01 gennaio, 2015

Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Il 5 marzo 1943 nasceva Diane M. Hurley da una famiglia di origini Irlandesi emigrata negli Stati Uniti. Durante gli studi Diane si appassionò alla recitazione, finché nel 1963 ebbe il primo ruolo in “Three Sisters” al The Goodman Theater di Chicago: con la sua interpretazione di Masha ricevette il Sarah Siddons Award.
Come riporta il quotidiano Chicago Tribune, il 17 ottobre 1964, alla Holy Name Cathedral della città, la ventunenne Diane sposò il cantante jazz Bob Newkirk, più grande di lei di sette anni. Nello stesso anno interpretò Elizabeth Von Ritter in “A Far Country” e nel 1968 fece Ramone in “A Flea In Her Ear”, due spettacoli che si tennero sempre al The Goodman Theater di Chicago. 

In questi anni nacquero le prime due figlie Shawn e Anastacia, nel 1965 e 1968, ma questo non le impedì di occuparsi dei sui impegni teatrali, anzi, Diane decise di perseverare nella sua passione, tanto che nel 1970 le si aprirono strade alternative alle rappresentazioni nella sua città: tra il ‘70 e ’71 partecipò alla serie tv “Something Else” sperimentando la recitazione sul set. 
Poi nel 1972 nacque il terzo figlio, Brian, e la famiglia si trasferì per un breve periodo a Miami per seguire gli impegni e le serate nei club del marito.

La preparazione artistica di Diane, la portò nel 1979 a interpretare Rhoda Axelrod nel musical "Bagtime" diretto da Robert Falls al Wisdom Bridge Theatre di Chicago: con questo ruolo ebbe la nomination per un Joseph Jefferson Award
Nel 1981 recitò la parte di Eva DeCarlo nel film “Chicago Story”, mentre a teatro ebbe il ruolo di Toby nel tour nazionale di “Gingerbread Lady” di Neil Simon e a giugno interpretò Desiree in "A Little Night Music” al Marriott Lincolnshire Theater di Chicago. 
Nel gennaio 1982 rappresentò Arkadina in "The Saegull” al The Goodman Theater di Chicago, ottenendo l’Artisons Award come attrice. 
Se professionalmente continuava ad ottenere successi, nella vita privata quel 1982 fu l’anno in cui dovette affrontare il divorzio dal marito Robert, a cui conseguì il trasferimento con i figli (tra cui Anastacia adolescente) in un piccolo appartamento di New York nella West Side di Manhattan. 
L’anno seguente ebbe la parte di Louisa Contini nel tour nazionale del musical “Nine” diretto da Tommy Tune che fece tappa anche a Los Angeles (CA). 

Dopo oltre 20 anni di attività, la sua recitazione spaziava dal teatro fino al piccolo e grande schermo, infatti nel 1984 ebbe la parte di Bette nella serie tv “Jessie” (nell’episodio The Psychic Connection), poi nel luglio del 1990 rappresentò Lilli/Kate nel musical “Kiss Me Kate” al Marriott Lincolnshire Theater di Chicago e nel 1991 recitò nella quinta stagione di “Star Trek: The Next Generation” nell’episodio The Game (Diane girò le sue scene il 5 settembre 1991 e nei titoli di coda compare come “Woman”).

Nel 1995 interpretò Mrs Cutter/Old Hatta nello spettacolo “My Antonia”, mentre nel 1997 recitò nel film “In Dark Places” nel ruolo di Saleslady. 
Nel 1998 si è iscritta al Pacific Resident Theatre diventando un membro di questa grande compagnia teatrale californiana che le ha dato nuove opportunità, infatti nel 1999 ha recitato la parte di Dominica in “The Swan” e ha preso parte al “The Master Builder” di Henrik Ibsen.
Altre due rappresentazioni teatrali le ha ottenute nel 2000 e nel 2001, interpretando rispettivamente Maude/Nanny nello spettacolo "Tonight At 8:30” di Noel Coward e Sarah Fine in “You Haven’t Changed A Bit And Other Lies” nei teatri White Fire Culver City

In seguito all’attacco alle torri gemelle di New York Diane si è trasferita a Los Angeles con i figli, così, mentre Anastacia si affermava mondialmente come cantante pop, lei riusciva ad occuparsi appieno del suo impegno con la compagnia teatrale californiana. 
Nel 2002 Diane ha recitato nel film “Out of These Rooms” nel ruolo di Alice. Con la compagnia del Pacific Resident Theatre ha fatto altri tre spettacoli: nell’ottobre 2002 "Big Love" di Charles L. Mee Jr. nella parte di Bella/Eleanor, ruolo per cui ha ricevuto il Robby Award come attrice; mentre nel 2003 ha interpretato Aunt Dorothy/Lea in "Prelude To A Kiss” l'infermiera Porter in "Orpheus Descending” di Tennessee Williams.

Televisivamente Diane ha avuto anche un ruolo nella serie “It's a Miracle” ed è stata ospite del “Jimmy Kimmel Live!”, dove alla fine di alcune puntate c’erano attori che interpretavano una parte di commedia. 
Nel 2004 ha diretto la produzione teatrale di “Of Mice And Men” molto apprezzata dalla critica, mentre due anni dopo ha interpretato Rebecca Huntly-Pike in “A Chorus Of Disapproval” al The Odyssey Theater. Nel 2007 ha recitato per il film “Never Say Macbeth” nel ruolo di Ghost Witch e l’anno seguente a teatro ha rappresentato Mrs Blazy in “Fata Morgana”. 
Dal 2008 segue un periodo di inattività per poi tornare nel 2013 a recitare nel film “Senior Lovin'” nel ruolo di Gladys e a settembre dello stesso anno ha rappresentato Queen Eleanor Of Aquitaine in “The Lion In Winter” diretto da Michael Cooper e Agnes in “A Delicate Balance”. 

 Diane e sua figlia Anastacia sono molto legate; un rapporto che si è consolidato in seguito alla separazione dei genitori. Per Anastacia è un riferimento importante per il supporto che le ha sempre dato, ma Diane è anche colei che l’ha avvicinata al mondo artistico, infatti Anastacia ricorda quando da adolescente la seguiva nei teatri di Broadway e incontrava gente che ai suoi occhi sembrava disillusa, tanto da infrangere ogni suo desiderio di intraprendere una carriera artistica. 
Oggi le parti sono come invertite, infatti Diane, quando può, segue sua figlia nei tours e a volte Anastacia condivide il palco con lei per una canzone, regalando a tutti la loro alchimia che passa attraverso la musica.


Image and video hosting by TinyPic