01 gennaio, 2015

Image and video hosting by TinyPic

  Image and video hosting by TinyPic
Il mondo è pieno di cantanti che sanno farsi ascoltare, scrivere una canzone godibile e proporre un sound accattivante. Ma ci sono veramente pochissimi artisti che possiedono quel tono e quella voce assolutamente inconfondibili che riconoscerai all’istante, senza alcuna ombra di dubbio.
Quella voce che ti cattura, che ti fa venire i brividi: piena di anima, vibrante, potente quel tipo di voce che solo le vere star possiedono. Questa è Anastacia: una superstar.

Anastacia, nome d’arte di Anastacia Lyn Newkirk, nasce a Chicago (Stati Uniti) il 17 settembre 1968 in una famiglia di artisti: la madre Diane Hurley è un'attrice di Broadway di origini irlandesi, mentre il padre Robert Newkirk, di origini tedesche, è stato un cantante Jazz/Soul negli anni ‘70.
Il nome Anastacia, scelto dalla madre vista la sua passione per la letteratura russa, deriva dal greco "Anàstasis" che significa "colei che nascerà ancora" ovvero "Resurrezione" e nasconde già quello che sarà il suo destino.
La sua vita non è semplice già dall’infanzia: il padre abbandona la famiglia e divorzia dalla moglie quando Anastacia è un’adolescente e a tredici anni scopre di essere affetta dalla malattia di Crohn, una patologia cronica autoimmune che colpisce l'intestino che la costringe a subire un'operazione di cui resta una visibile cicatrice sull'addome.

A quindici anni si trasferisce con la madre, la sorella ed il fratello (affetto da autismo), a New York, nella West Side di Manhattan in un piccolo appartamento. Si diploma alla Professional Children School di Manhattan e cresce ascoltando con la madre i CD di Elton John e Barbra Streisand
Inizialmente Anastacia non pensa alla carriera musicale, infatti studia per diventare archeologa, ma lo scarso interesse per la matematica e la biologia la portano a studiare psicologia per diventare una terapista per bambini. Lavora come insegnante di aerobica, poi come segretaria in diversi uffici, parrucchiera, commessa, cameriera in un ristorante ed impiegata al forno Paris Croissant a New York.

A 19 anni Anastacia si riavvicina al mondo dello spettacolo, ma un produttore le dice che è troppo formosa per entrare nel business musicale, perciò si sottopone ad una dieta a base di frutta e verdura, che in poco tempo affliggono il suo apparato digerente causandole una grave ricaduta della malattia di Crohn: affronta un nuovo ricovero in cui per tre settimane è alimentata artificialmente.
Gli effetti collaterali delle alte dosi di steroidi sono devastanti: perdita di capelli, acne, aumento di peso e gonfiore, ma nonostante i suoi problemi di salute continua a rincorrere le sue ambizioni.
Con la sorella frequenta assiduamente il club newyorkese "1018", dove scopre la musica house e la danza freestyle, tanto che nel 1986 in quel club inizia la sua carriera come ballerina.
Da lì accede all'MTV Club, che la porta a ballare in alcuni videoclip e viene ingaggiata da Steven Spielberg per cantare al suo matrimonio e poi da Arnold Schwarzenegger per il suo compleanno. Dunque è l’inizio di una modesta carriera, ma non è sufficiente per il talento di Anastacia che, convinta di aver trovato la sua strada, nel 1993 si reca a Los Angeles per incidere il brano inedito One More Chance, ma non le viene proposto alcun contratto discografico e torna a New York pessimista riguardo le sue possibilità nel mondo della musica.
Le case discografiche esitano perché non sanno come trattare una ragazza bianca con la voce nera e lei non si ritrova nel genere pop/hip hop che vorrebbero imporle: i produttori trovano la sua voce inusuale e secondo loro non rientra in nessuna categoria musicale. Nonostante le porte chiuse Anastacia continua a lavorare nella musica, infatti registra con David Morales il brano Forever Luv, canta come corista in alcuni album, nel 1997 prende parte al coro gospel The Kurt Carr Singers (dove lei è l'unica cantante bianca), e poi duetta con il compositore cubano Omar Sosa nelle canzoni Mi Negra, Tu Bombón e Tienes Un Solo.
In quello stesso anno lavora alcuni mesi come receptionist in un salone di bellezza a Beverly Hills e, proprio quando sembra che la sua strada si allontani dal mondo dello spettacolo, nel 1998 la manager Lisa Braudé spinge Anastacia a presentarsi a The Cut, un programma di MTV per la ricerca di nuovi talenti. Viene presa al talent tra 160 aspiranti, con i suoi look stravaganti presenta l’inedito Not That Kind, ma alla finale arriva seconda.

In realtà ciò non è determinante per il futuro di Anastacia, infatti, dopo la sua esibizione ha stregato tutti quanti: Elton John la elogia, Michael Jackson rimane abbagliato dalla sua grandiosa potenza vocale e le telefona a casa la sera stessa per complimentarsi personalmente.
Stavolta i discografici non possono fare a meno di seguire l’apprezzamento del pubblico, così, tra i tanti contratti che le propongono, nel 1999 firma con la Sony Music ed a febbraio esce il primo singolo ufficiale I'm Outta Love che fa da apripista all’album Not That Kind pubblicato nel giungo 2000. E’ un album di carattere che porta da subito la gente nel mondo di Anastacia: probabilmente i discografici che non erano riusciti a inquadrarla in un genere specifico avevano ragione, infatti ci si trova davanti ad un pop stravolto da influenze soul, dance e funky su testi di forte impatto comunicativo.
Tutta l’attesa degli ultimi anni si trasforma in poche settimane in una scalata al successo: il singolo conquista il primo posto nelle classifiche di mezzo mondo, negli Stati Uniti esordisce alla seconda posizione nella top 10 della Billboard "Hot Dance Club Play", diventando anche il brano più venduto del 2000, mentre l’album colleziona dischi di platino in tutta Europa, in Oceania e in Brasile.
Tra il 2000 e il 2001 dall'album vengono estratti anche i singoli: Not That Kind, Cowboys & Kisses e Made for Lovin' You.
La nuova icona del pop mondiale si guadagna l’apprezzamento dei colleghi come Elton John e Luciano Pavarotti con cui duetta e ottiene riconoscimenti come l’MTV Europe Music Award. In seguito al tour promozionale negli stadi e nei principali festival, nel 2001 torna in studio di registrazione per pubblicare a novembre dello stesso anno il secondo album di inediti Freak of Nature: il titolo nasce dal nomignolo “scherzo della natura” datole dalla madre per la sua voce potete nella sua piccola corporatura.
La formula del suo particolare pop continua a funzionare e singoli come Paid My Dues e One Day in Your Life diventano hit mondiali, portando l’album nella top 10 di quindici Paesi e nella ventisettesima posizione della Billboard 200. In seguito escono i singoli Why'd You Lie to Me e You'll Never Be Alone, si esibisce ai BRIT Awards, partecipa al Divas Las Vegas al fianco delle colleghe come Mary J. Blige, Celine Dion, Shakira, Cher e per l’estate del 2002 pubblica Boom, la colonna sonora ufficiale dei Mondiali di Calcio scritta da lei in collaborazione con Glen Ballard.

Nel 2003 partirebbe il suo tour mondiale, ma qui si interrompe la favola: durante la mammografia per sottoporsi alla riduzione del seno che le causa dolori alla schiena, scopre di avere un cancro al seno sinistro. La notizia trapela dall’ospedale e in un attimo Anastacia deve affrontare un altro lato della popolarità con i mass media che riportano nero su bianco quanto le sta accadendo.
All'apice del successo mondiale la cantante è costretta ad assentarsi dal panorama musicale per curarsi. Nonostante la diagnosi, Anastacia vuole portare a termine l'impegno preso in precedenza e registrare la colonna sonora del film Chicago, vincitore di 6 premi Oscar e del Golden Globe: gira il video di Love Is a Crime nella settimana prima dall'operazione, fisicamente provata dai cicli di radioterapia che affronta e con 40 °C di febbre.
Durante la riabilitazione, non avendo la forza fisica per registrare nuovi brani, Anastacia si dedica alla fase di scrittura e crea la The Anastacia Fund, la sua fondazione nata per dare maggiore consapevolezza del cancro al seno tra le donne giovani.

Nel novembre 2003 torna sulla scena musicale mondiale tra i protagonisti del 46664 Nelson Mandela AIDS Day Concert. Scrive il brano Amandla, che in zulu significa "Forza", pubblicata come colonna sonora dell'evento organizzato da Nelson Mandela. Poi si trasferisce a Los Angeles dove lavora al sul terzo album insieme a produttori del calibro di Glen Ballard, Dallas Austin e Dave Stewart.
Nel marzo 2004 finalmente avviene la pubblicazione dell’album intitolato proprio Anastacia: qui la cantante racconta se stessa con la verità che la contraddistingue, i testi, maturati durante il periodo della malattia, sono profondi e positivi, il sound si fa più rock e, con la voce soul mischiata ai testi pop, nasce un nuovo genere musicale: lo Sprock!
Lo Sprock, coniato da Anastacia stessa, conquista tutti e l’album raggiunge la vetta delle classifiche mondiali vendendo 6 milioni di copie solamente nei primi nove mesi d'uscita, posizionandosi al n°1 in tutta Europa. Il primo singolo Left Outside Alone diventa la hit del 2004, seguita dai singoli Sick and Tired, Welcome to My Truth, e la ballata Heavy on My Heart, i cui profitti sono stati devoluti alla The Anastacia Fund.
Da settembre 2004 inizia il Live at Last Tour che viene esteso fino ad agosto 2005 col nome di Encore Tour, vendendo 800.000 biglietti in tutta Europa tanto da essere il secondo tour più famoso del 2004 dietro solamente a quello degli U2.

Reduce da questo successo, a novembre 2005 pubblica il primo Greatest Hits intitolato Pieces of A Dream, nonostante lei ritiene che sia presto per un progetto simile. La casa discografica insiste e Anastacia si convince, così la raccolta racchiude 12 tracce dei tre suoi album più 4 inediti.
Il primo singolo Pieces of A Dream raggiunge la vetta in molti Paesi, in seguito viene pubblicato I Belong to You in duetto con Eros Ramazzotti, una ballata che diviene un importante successo, poi esce il duetto con Ben Moody, Everything Burns, colonna sonora del film I Fantastici Quattro.
A marzo 2006 esce il DVD Live at Last che contiene le immagini del live e un documentario sul tour, mentre nel giungo dello stesso anno tiene un concerto al Rock in Rio a Lisbona.

Dopo il Greatest Hits Anastacia passa un lungo periodo di transizione dove si dedica anche ad altri progetti diversi dalle pubblicazioni discografiche: lancia una linea di abiti sponsorizzata dalla S. Oliver che ottiene un grande successo, specie in Germania, poi esce il profumo Resurrection (in commercio anche come Outta Love) e una linea di prodotti di bellezza.
Nell’aprile del 2007 si sposa in Messico con Wayne Newton, sua guardia del corpo. L’anno seguente decide di seguire il suo storico manager David Massey, perciò come lui lascia la Sony BMG e stipula un contratto con la Mercury Records (del gruppo Universal), lavora al nuovo album di inediti Heavy Rotation e a fine agosto esce il singolo I Can Feel You, creato in collaborazione con Ne-Yo.
L’album, pubblicato ad ottobre, ha un sound più R n B su suggerimento dalla casa discografica, ma il mercato a cui è rivolto e la mancanza del caratteristico sprock, fanno sì che riscuota un minor successo dei precedenti. In seguito escono i singoli Absolutely Positively e Defeated.
A marzo 2009 riceve il World Artist Award come donna che ha influenzato il mondo con la sua musica e in estate parte l’Heavy Rotation Tour con oltre 250.000 biglietti venduti per 35 date.

A questo punto Anastacia si dedica ad alcune collaborazioni e show alternativi, infatti nell’ottobre 2009 viene pubblicato il duetto Stalemate con la band inglese Ben’s Brother e poi partecipa all'Here Come the Girls Tour: una serie di concerti-musical nel Regno Unito prodotto da Steven Howard, in cui ha condiviso il palco con Chaka Khan, cantante statunitense vincitrice di dieci Grammy Award e famosa per la hit I'm Every Woman, e Lulu, nota cantante inglese popolare grazie alla hit Shout.
Nel 2010 si esibisce durante l'Art On Ice di Zurigo, in cui le sue hit vengono coreografate coi noti pattinatori sul ghiaccio, in seguito è uno dei giudici del talent show inglese Don't Stop Believing e, a giungo dello stesso anno è pubblicato il singolo Safety in duetto con il giovane cantante russo Dima Bilan. Sempre nel 2010 divorzia dal marito per incompatibilità di carattere e dopo aver chiuso in estate il contratto con la Universal, a settembre 2010, pubblica il duetto Burning Star, in collaborazione con la cantante belga Natalia, che da il via al tour Natalia Meets Anastacia che si svolge nel gennaio 2011 in cui le due, ormai amiche, cantano sullo stesso palco i loro successi.
I progetti alternativi continuano infatti, dopo aver pubblicato i singoli dance/house What Can We Do remixato da Tiesto e If I Was Your Boyfriend con Dj Tony Moran, inizia la collaborazione con la Skoda per gli spot della nuova Skoda Citigo che nel 2012 vedranno la sua partecipazione e l’uso del brano con Tiesto, riarrangiato in versione sprock.
Nel frattempo si esibisce in vari concerti singoli in Europa per poi tornare in studio, alla sue pubblicazioni discografiche, annunciando ufficialmente che ha un nuovo contratto con la BMG Rights Management e che è prevista l’uscita di un album di cover rock maschili e un successivo album di inediti.

A novembre 2012 esce It’s A Man’s World, la cui versione fisica è pubblicata solo in alcuni paesi europei, e prende parte al Night of the Proms, un tour-festival di vari artisti che si svolge in tutto il nord Europa nei mesi di settembre, novembre e dicembre. L’album, prodotto da Glen Ballard, riporta Anastacia al sound più rock con i brani di Guns n’ Roses, Aerosmith, Led Zeppelin, e ne esce una rivisitazione moderna, ma fedele e rispettosa dei grandi classici rock, come se fosse stata soffiata via la polvere da vecchi vinili dando lustro e rendendo onore al suono.
Vengono rilasciati i singoli Best of You e Dream On, in previsione del tour nella primavera del 2013 e, mentre sta lavorando alla scrittura degli inediti, un'altra volta il destino le da’ contro: il 28 febbraio 2013 tramite un comunicato ufficiale sul proprio sito, si vede costretta ad annullare il tour e gli impegni previsti a causa di un secondo cancro al seno.

Tutto si ferma di nuovo come è accaduto esattamente 10 anni prima, la notizia fa il giro del mondo in poche ore e tocca milioni di persone, questa volta la battaglia si prospetta più dura della precedente, ma non smette di lavorare ai nuovi brani in previsione dell’album di cui ha già in mente il titolo.
A luglio tramite twitter comunica di essere guarita per la seconda volta e ad ottobre dichiarerà di essersi sottoposta ad una doppia mastectomia con la ricostruzione dei seni con i muscoli della schiena, a cui è seguita una lunga riabilitazione.
Il 7 novembre 2013, fa la sua prima apparizione pubblica al GQ Men Of The Year Awards, dove le viene consegnato l'Humanitarian Award per l'impegno con la sua fondazione The Anastacia Fund, diventando la seconda donna al mondo ad aver ricevuto il premio oltre a Annie Lennox.
Da qui riparte tutto e nel marzo 2014 annuncia il titolo dell’album: Resurrection, nonché il significato greco del suo nome. Collabora con i produttori storici Sam Watters, Louis Biancaniello e con l’amico Jamie Hartman, dando all’album una forte impronta brit-pop, fatto da ritmi incalzanti, intense ballads e testi luminosi e positivi. L’album, scritto anche questa volta durante la malattia, rappresenta la versione matura del terzo album omonimo di Anastacia.
In aprile esce il primo singolo Stupid Little Things che ha un forte impatto radiofonico e ottiene un grande apprezzamento del pubblico divenendo disco d’oro in Italia. L'album riesce ad arrivare in molti Paesi (compreso il Regno Unito) nella Top 10 dei dischi più venduti della settimana ed esordisce alla 22esima posizione tra gli album più venduti mondialmente, così parte una lunga promozione in tutta europa tra show televisivi, radio e live nei festival estivi, fa il giudice nel talent show tedesco Rising Star.
A settembre esce il secondo singolo Staring at The Sun, lanciato in tutta Europa esclusa l'Italia, dove viene rilasciata la ballad Lifeline, riproposta il mese dopo anche nella versione duetto con Francesco Silvestre dei Modà Lifeline/Luce Per Sempre.
In ottobre inizia anche il Resurrection World Tour con le prime 16 date, ma a causa di una laringite acuta.è costretta a rimandare le date a gennaio 2015 e ne vengono aggiunte altre in tutto il mondo. Le date del tour diventano 68 e toccano tutta l'Europa e l'Australia, in cui non andava da 13 anni e dove la Sony Music decide di investire finanziando la pubblicazione fisica di Resurrection.

Con gran successo il tour termina il 28 agosto 2015, un mese dopo l’annuncio ufficiale del suo ritorno con la Sony, con cui pubblica a novembre un nuovo Greatest Hits dal titolo Ultimate Collection, contenente 17 dei suoi brani più celebri e due inediti: Army of Me e Take This Chance.
Il progetto, aperto con il singolo Take This Chance, è prettamente diretto al mercato britannico, da cui parte la promozione con gran successo vendendo oltre 10 mila copie nella prima settima di uscita.
A gennaio 2016 Anastacia fa gli ultimi interventi per concludere il percorso della doppia mastectomia e, mentre a febbraio la cantante lancia la nuova linea di occhiali con la Blumarine, poco prima della pubblicazione in Spagna del singolo Who's Loving You in duetto con il giovane gruppo spagnolo Auryn.

Anastacia, ad aprile, intraprende l’Ultimate Collection Tour: una serie di veri e propri spettacoli tra scenografie e coreografie, con al centro tutte le hit della cantante, più un brano extra nella scaletta, scelto ogni sera dai fan tramite la nuova Anastacia App. Il tour dura 4 mesi fino ai primi di agosto, quando arriva l'annuncio ufficiale della partecipazione di Anastacia al noto show britannico della BBC Strictly Come Dancing. La cantante decide di immergersi nel ballo in questa avventura televisiva insieme ad altre celebrità per sensibilizzare il pubblico al cancro e raccogliere fondi per la ricerca a cui lei stessa devolve il compenso ricevuto per la partecipazione al programma. Lo show inizia il 3 settembre ed Anastacia si esibisce con coreografie di salsa e valzer, subendo pure un lieve infortunio alla cicatrice della mastectomia di cui la stampa parla ampiamente. La sua avventura termina alla sesta puntata, il 30 ottobre, ma, la stessa settimana, arriva l'annuncio delle prime 14 date di tour in Regno Unito.
A novembre Anastacia è ospite al The Global Gift Gala a Londra, ricevendo dall'attrice Eva Longoria il premio The Global Gift Our Heroes Award per il suo impegno filantropico e dei suoi successi professionali. Nello stesso mese la cantante è sulla copertina di FAULT Magazine, per un'intervista che fa il giro del mondo, in cui mostra per la prima volta le cicatrici sulla schiena dovute alla mastectomia.
Appena iniziato il lavoro sul nuovo album di inediti in Svezia, il 16 dicembre, su PledgeMusic, esce A4Aapp, il primo album live di Anastacia con 10 brani scelti tramite la sua App ed eseguiti nel tour.

A marzo 2017, esce una nuova versione di Ti amo di Umberto Tozzi in duetto con Anastacia, che da marzo ad agosto intraprende la seconda parte dell'Ultimate Collection Tour, da 110 date totali, e 300.000 biglietti venduti. La cantante si divide tra il tour e la registrazione a Stoccolma del nuovo album, il cui titolo Evolution lo annuncia a giugno durante il Radio Italia Live a Milano.
Caught in the Middle, primo singolo dell'album, pubblicato con etichetta Universal Music Deutschland, esce il 28 luglio con strofe di atmosfera e suoni mediorientali che esplodono in un ritornello ricco di sprock ed archi. Insieme all'uscita del singolo, Anastacia annuncia la linea di vestiti glam-rock Music Loves Fashion in collaborazione con la nota catena di negozi tedesca ALDI Sud.
Il 7 settembre avviene a Colonia la presentazione ufficiale della linea ed il 15 la pubblicazione del nuovo album Evolution dal sound fortemente pop con i tratti sprock distintivi della cantante.

[To be continued]
Image and video hosting by TinyPic